Primo giorno di scuola

5 settembre 2022, primo giorno di scuola per i seicentoquaranta studenti del Deganutti: finalmente, dopo due anni di emergenza sanitaria, l’anno scolastico 2022-2023 si apre nel segno della normalità, niente più lezioni a distanza, distanziamento sociale, mascherine (anche se queste ultime restano sempre raccomandate per i più fragili), almeno per il momento.

Il nuovo anno si presenta ricco di novità ma anche di conferme: riconfermato, infatti, il Dirigente Scolastico Mariarosa Castellano, fautore e autore del processo di innovazione e di miglioramento che ha investito l’istituto scolastico negli ultimi tre anni, nonostante le grosse difficoltà di questo particolare momento storico.

La prima novità: stop ai rientri pomeridiani. Come spiega il Dirigente nell’intervista rilasciata al Messaggero Veneto del 6 settembre, <<Abbiamo optato per l’inizio delle lezioni anticipato di una settimana per evitare i rientri pomeridiani e questo per motivi organizzativi e logistici ma anche per venire incontro alle esigenze dei ragazzi. Diversi studenti praticano sport a livello agonistico e così facendo gli alunni avranno più tempo per studiare e per organizzare le attività settimanali. Inoltre, buona parte dei ragazzi arriva da fuori città e pertanto i rientri rappresentavano un serio problema anche dal punto di vista dei trasporti.>>

Parte quest’anno con 22 studenti la prima classe dell’Istituto Professionale, indirizzo Servizi Commerciali opzione Promozione Commerciale e Pubblicitaria, già autorizzato dall’USR all’inizio del 2020 per affiancare lo storico Istituto Tecnico Commerciale, diventato adesso un I.S.I.S. – Istituto Statale di Istruzione Superiore.

E’ in crescita, con la formazione di altre due classi terze, la curvatura Digital Marketing all’interno dell’articolazione Amministrazione Finanza e Marketing, già partita a settembre 2021, con due terze. Il settore digitale è sempre più strategico in termini di formazione e le figure professionali più ricercate sono quelle legate al web marketing, al social media marketing ed e-commerce; questo richiede l’acquisizione di nuove competenze per poter gestire al meglio i nuovi strumenti tecnologici e digitali ed è proprio a ciò che mira il nuovo percorso.

E ancora, l’Ufficio Scolastico del Friuli Venezia Giulia in data 19 gennaio 2022 ha approvato ed autorizzato il progetto di sperimentazione di un percorso quadriennale di Relazioni Internazionali per il Marketing (RIM), unico in Regione. Si tratta di una rimodulazione, su quattro anni di studio anziché cinque, di un’articolazione già esistente in cui sono state riviste le modalità e i tempi dell’apprendimento scolastico attraverso l’introduzione di esperienze formative diversificate e modulari. Ciò consentirà l’accesso anticipato ai corsi universitari o al mondo del lavoro, offrendo così ai giovani un’opportunità più vicina agli standard europei.

E tornando al Covid, l’attenzione resterà alta. «Purtroppo il virus circola ancora – afferma il Dirigente – e dobbiamo fare i conti con il rischio contagi. Flessibilità sarà la parola d’ordine. Potrebbero verificarsi disagi, è inutile negarlo, ma non ci faremo trovare impreparati. Iniziamo comunque con fiducia.>>

Messaggero Veneto 06-09-2022